Arena Swim Your Best: il bello deve ancora venire

23 DICEMBRE 2014
Riassunto
Giuseppe Guttuso, Rachele Ceracchi, Nicolangelo Di Fabio, Simona Quadarella, Giovanni Izzo e Martina Rossi, protagonisti del percorso di alta specializzazione voluto da Arena e Fin, si raccontano, alla soglia del Natale, tra bilanci e prospettive.

ARENA SWIM YOUR BEST: IL BELLO DEVE ANCORA VENIRE

Giuseppe Guttuso, Rachele Ceracchi, Nicolangelo Di Fabio, Simona Quadarella, Giovanni Izzo e Martina Rossi, protagonisti del percorso di alta specializzazione voluto da Arena e Fin, si raccontano, alla soglia del Natale, tra bilanci e prospettive.

Tolentino, 23 dicembre - Ė tempo di bilanci e prospettive per i ragazzi di Arena Swim Your Best, che si preparano, dopo un Natale di riposo da trascorrere in famiglia, a un 2015 fondamentale per la loro carriera. Giuseppe Guttuso e Rachele Ceracchi per i Cadetti, Nicolangelo Di Fabio e Simona Quadarella per gli Juniores, Giovanni Izzo e Martina Rossi per i Ragazzi sono le promesse del nuoto azzurro selezionate per il progetto di alta specializzazione ideato da Arena, azienda leader nel settore del waterwear, e Federazione Italiana Nuoto. A livello giovanile hanno già ottenuto importanti successi; l’obiettivo, per tutti, ora diventa quello di entrare nel gotha mondiale del nuoto.

L’esempio è già tracciato, con Nicolangelo Di Fabio, capace di un argento ai recenti Mondiali in vasca corta di Doha, con la staffetta 4x200. “L'anno che si sta concludendo è andato benissimo, oltre le aspettative – spiega lo stileliberista 18enne - . Sono molto contento per tutti i risultati ottenuti, in particolar modo per l’argento iridato. L'unico neo sono stati gli Assoluti Invernali, ma dopo le feste tornerò ad allenarmi con costanza e determinazione in vista degli obiettivi futuri: vorrei infatti qualificarmi per i Mondiali di Kazan. L'ingresso in Arena Swim Your Best, in questo senso, è molto positivo: non influenza i miei programmi di allenamento, mi permette di essere monitorato e di godere della fornitura di materiale Arena, che è tra le migliori aziende di prodotti per nuoto sul mercato mondiale. Inoltre ho la possibilità di confrontarmi con alcuni coetanei e con il mio tutor Paltrinieri: un esempio da seguire, non solo in acqua”. Nella categoria Juniores, insieme a Di Fabio, c’è Simona Quadarella, che racconta di un 2014 “bellissimo e inaspettato”. Poi la mezzofondista romana sottolinea: “Ho vinto tutto quello che potevo vincere, addirittura un’Olimpiade giovanile: non l’avrei mai immaginato. Sono entusiasta di essere stata scelta per Arena Swim Your Best, grazie al quale spero di crescere sia da un punto di vista tecnico, sia da un punto di vista emotivo. Nel 2015 vorrei sicuramente riconfermarmi e l'obiettivo principale sono i mondiali Juniores e, magari, anche quelli assoluti di Kazan. Ora penso al Natale, che per me è un momento bello, che trascorrerò insieme alla mia famiglia; farò lunghi pranzi e cene con nonni, cugini e tanti altri parenti”.

Nella categoria Cadetti, invece, sono stati selezionati Giuseppe Guttuso e Rachele Ceracchi. Per l’atleta sardo il 2014 è stato un anno impegnativo: “Ho dovuto superare alcuni problemi di salute, ma non mi hanno impedito di ottenere buoni risultati cronometrici, quest’estate, ai Campionati Assoluti e di categoria. Tra l’altro – precisa il velocista - , entrare in questo del progetto Arena-Fin mi sprona a dare il meglio di me. Dal 2015 mi aspetto tanto lavoro, ma anche soddisfazioni, avendo cambiato, a settembre, tipologia di allenamenti, sia in acqua sia in palestra: già dagli Assoluti Primaverili spero di raccogliere i frutti di questa nuova impostazione. Prima, però, il Natale, che per me significa vacanze, famiglia e amici!”. Nonostante un anno di cambiamenti, Rachele Ceracchi è comunque riuscita a mettersi in mostra: "Sono abbastanza soddisfatta di questo mio 2014, in cui ho migliorato tutti i miei tempi. Spero che il progetto Arena Swim Your Best mi permetta di crescere ulteriormente. Ora torno a casa, a Latina, per il Natale: lo adoro, perché si mangia bene e tutto è caratterizzato da un clima positivo e buoni sentimenti. Però, sembrerà strano, ma non vedo l'ora di rimettermi al lavoro: per il 2015 sono pronta a fare il massimo e ad allenarmi nel migliore dei modi. L’obiettivo principale sarà ottenere il pass per i Mondiali Juniores”.

I più giovani di Arena Swim Your Best sono Giovanni Izzo e Martina Rossi. Il bolognese aveva iniziato la stagione con le idee chiare: “Avevo fissato obiettivi precisi, ma i risultati hanno superato le aspettative, per un anno davvero ricco di emozioni. Ho infatti partecipato a due grandi manifestazioni come il Trofeo 5 Nazioni a Mosca e la coppa Comen. Ai campionati Italiani giovanili di Roma non riuscivo a capacitarmi nemmeno io di quanto avevo fatto: record italiano Ragazzi sui 50m e 100 stile libero! Anche gli altri appuntamenti sono andati bene: chiudo il 2014 con un personale di 22”12 sui 50 stile libero. Il 2015? Penso agli Europei e ai Mondiali Juniores. Inizierò già il 27 dicembre con i doppi allenamenti, ma prima qualche giorno di festa: a casa da scuola, insieme ai parenti, a scartare i regali!”. Tante gioie anche per Martina Rossi: “Sono molto soddisfatta del mio 2014, soprattutto per alcuni risultati inaspettati, primi fra tutti il record italiano Ragazzi nei 200m dorso di quest'estate e della medaglia di bronzo agli Assoluti Invernali nella stessa specialità. Grande soddisfazione è anche arrivata dalla selezione per Swim Your Best – osserva la più giovane del gruppo, classe 2000 -. Spero che il 2015 possa regalarmi il tempo per gli Europei Juniores. Prima, però, mi immergerò nell’atmosfera del Natale: adoro passare le feste in famiglia, tra nonni, cugini e zii”.

Per buona parte del 2015, tutti i giovani prospetti di Swim Your Best saranno costantemente monitorati dal commissario tecnico della Nazionale Cesare Butini e dal responsabile tecnico delle Squadre Nazionali giovanili Walter Bolognani, in un percorso di alta specializzazione che darà ai ragazzi, nell’arco di 12 mesi di preparazione, la possibilità di allenarsi nei centri federali italiani di alta specializzazione e di essere sottoposti a test fisici e atletici. I due migliori tra loro, inoltre, realizzeranno il sogno di entrare a far parte del Team Arena, con un contratto di sponsorizzazione tecnica, e di vivere un’esperienza unica in uno dei Centri di Alta Specializzazione più importanti al mondo, l’InnoSport di Eindhoven, in Olanda. Durante questo periodo di formazione, i ragazzi saranno affiancati da tre tutor d’eccezione: Massimiliano Rosolino, Gregorio Paltrinieri e Lisa Fissneider, che metteranno a disposizioni dei giovani talenti la loro esperienza e ottimi consigli.

Immagini
Contatti stampa
Download PDF
Download PDF
comunicati stampa