Arena ringrazia i Campioni del team

26 SETTEMBRE 2008

Arena , azienda leader nel settore dello sport water wear, ringrazia tutti i campioni del proprio team per l’impegno e i successi ottenuti durante i Giochi Olimpici di Pechino 2008.

A Pechino si è pienamente confermato il talento del campione europeo dei 400 misti Laszlo Cseh che dopo la medaglia di bronzo vinta ad Atene nei 400 misti, in questi 4 anni ha costantemente migliorato le sue prestazioni , affermandosi senza dubbio come grande campione e conquistando a queste Olimpiadi ben tre medaglie d’argento : nei 400 misti, nei 200 misti e nei 200 farfalla.

Queste tre medaglie corrispondono alla conquista di tre nuovi record europei per l’ungherese di Budapest.

Nei 400 misti Laszlo ha fermato il cronometro sui 4:06.16, stabilendo il nuovo record europeo battendo il precedente di 4:07. 96 conquistato da lui stesso nel meeting di Canet il 14 giugno scorso. Il secondo argento e il secondo primato europeo arrivano nei 200 misti dove Laszlo ha conquistato la medaglia con il tempo di 1:56. 52 , nuotando la frazione a dorso più veloce di tutti in 28 50 e battendo così l’americano Ryan Lochte proprio nella sua specialità.

Infine un’altra medaglia è arrivata in una specialità relativamente nuova per Cseh e cioè i 200 farfalla dove ha stabilito un altro record europeo con il tempo di 1:52. 70.

Grande impresa per il norvegese Alexander Dale Oen che conquista la prima medaglia olimpica nella storia dello sport norvegese, confermando con la sua prestazione grande carattere e talento , emersi già ai Campionati Europei di Eindhoven dove a marzo aveva vinto una medaglia d’oro nei 100 rana e due d’argento nei 50 e 200 rana, A Pechino Dale Oen ha conquistato la medaglia d’argento in 59 e 20, dopo aver abbattuto il record europeo con il tempo di 59 e 16 ottenuto in semifinale. Un'altra grande soddisfazione per la Norvegia arriva da Sara Nordestam , la prima donna nella storia dello sport norvegese a ottenere una medaglia olimpica, quella di bronzo nei 200 rana , nuotando il nuovo primato europeo in 2: 23.02.

Un'altra medaglia al femminile per Arena arriva dalla slovena Sara Isakovic che si aggiudica una

meravigliosa medaglia d’argento nei 200 stile libero con il tempo di 1:54.97. Dopo essersi affermata campionessa europea nel 200 stile libero ad Eindhoven con il tempo di 1:57. 45 , la slovena ha condotto una gara esemplare conquistando la prima medaglia olimpica della storia dello sport sloveno a soli 15 centesimi da Federica Pellegrini, vincitrice della medaglia d’oro. Sulla lunga distanza una significativa medaglia di bronzo è stata conquistata dalla danese Lotte Friis che negli 800sl ha concluso la gara in 8:23.03.

Nel nuoto di fondo grande trionfo della nuotatrice Larissa Ilchenko. La russa già campionessa mondiale a Melbourne nella 5 e 10 km , ha condotto una gara sempre vicinissimo alle due britanniche Kerry Anna Payne e Cassandra Patten, che ha distanziato nell’ultimo chilometro , battendole con il tempo di 1h59'27""7.

Nel nuoto di fondo al maschile terzo posto per il tedesco Thomas Lurz, campione mondiale in carica della 5k (Melbourne 2007) con 1h51'53""6, che è stato preceduto di pochissimo dal britannico David Davies in 1h 51'53""1 e dall’olandese Maarten van der Weijden, con 1h51'51""6,

Infine una medaglia storica per Arena arriva dalla pallanuoto maschile. L’Ungheria infatti si aggiudica il titolo di campione mondiale battendo in fiale gli Stati Uniti con il punteggio di 14-10 (6-4; 3-4; 2-1; 3-1).La squadra magiara conquista la nona medaglia d'oro olimpica nella storia della rappresentativa nazionale, la terza consecutiva dopo Sydney (2000) ed Atene (2004 ).

Contatti stampa
Download PDF
Download PDF
comunicati stampa